logo-timbro
 

Servizi

Realizzazione siti web a Bologna, progettazione e creazione siti internet con integrazione di ecommerce, siti realizzati con diversi CMS, strategia di web marketing, posizionamento motori di ricerca, costruzione siti internet aziendali, personali, blog, restyling, disegno loghi, realizzazione locandine, pieghevoli e in generale tutto ciò che riguarda i prodotti di comunicazione.

 

Contenuto

 

Realizzazione di un sito web

La pubblicazione di un sito Web aziendale consente di stabilire una presenza su Internet, tenere i clienti informati sulla propria azienda e magari creare un nuovo flusso di entrate attraverso un negozio in linea. Ma come si fa a realizzare un sito Web? Come pubblicare un sito Web veramente valido?
Occorre realizzare un sito Web che convinca i clienti a stabilire un rapporto con la tua azienda.
La creazione di un sito semplice non è tecnicamente impegnativa: ogni giorno vengono pubblicati sul Web migliaia di nuovi siti. Tuttavia, molti di questi siti sono improvvisati, tanto dal punto di vista estetico che da quello funzionale. Di seguito viene illustrato come si realizza in sei fasi un sito che comunichi un’impressione positiva dell’azienda a clienti acquisiti e potenziali.

1. Stabilire scopo e aspetto del sito.
Iniziare a pianificare il sito consultando prima di tutto quelli pubblicati da aziende del tuo settore.
Cercare di stabilire cosa li rende efficaci e cosa no. Ponersi le seguenti domande:
* Cosa comunicano la struttura complessiva, l’uso della grafica e del colore e lo stile del testo relativamente all’azienda?
* Il sito offre un facile accesso alle informazioni che i clienti desiderano consultare subito?
* C’è una ragione per tornare a visitare il sito?
*Ci sono indicazioni che le informazioni pubblicate vengono aggiornate regolarmente?

2. Preparare una bozza del sito.
Una volta chiara l’idea del tono e dello scopo del sito, si prende carta e penna e si prepara una bozza con lo schema delle pagine e del sito.
* Schema del sito. Lo schema del sito funge da rappresentazione visiva e comprende tutte le pagine di cui sarà composto e i collegamenti tra di esse. Cercare di creare uno schema basato su una logica che clienti e visitatori possano riconoscere. Tracciare delle caselle che rappresentino le pagine e aggiungere delle frecce per rappresentare i collegamenti tra esse. Generalmente, gli sviluppatori di siti Web progettano strutture gerarchiche, dove la pagina iniziale si trova al livello più alto, da cui si dipartono le pagine di secondo e terzo livello.
* Schema delle pagine. Disegnare uno schema che illustri la struttura di una pagina del sito. Il contenuto sarà ovviamente diverso da pagina a pagina, ma la struttura di base dovrà servire da modello per tutte le pagine del sito. L’uso di una struttura standard evita che i visitatori si sentano disorientati. Quando si crea lo schema di una pagina Web bisogna stabilire la collocazione dei link per il passaggio ad altre pagine del sito, nonché se ricorrere o meno agli schemi di colore, ai caratteri e alla grafica utilizzati per gli altri materiali di marketing aziendale.

3. Registrare un nome di dominio.
Il nome di dominio è l’indirizzo che gli utenti digitano all’interno del browser per trovare un sito. Per esempio: www.azienda.com. Per poter utilizzare un nome di dominio ed evitare che venga usato da altri è necessario registrarlo. Se desideri sviluppare un sito Web, anche non nel prossimo futuro, registra da subito il nome di dominio che hai scelto per evitare che venga utilizzato da altri.

4. Ospitare il sito Web.
Il sito Web deve risiedere su un computer denominato server Web. Il server Web rende disponibili le pagine del sito agli utenti che lo richiedono attraverso il browser. Per le piccole aziende, in genere, è più conveniente pagare un servizio di hosting o un provider di servizi Internet (ISP) affinché ospitino il sito su uno dei loro server. I provider di servizi Internet professionali sanno come monitorare, gestire e proteggere i loro server, in modo che i siti Web ospitati siano sempre disponibili per i visitatori. Prestare particolare attenzione alle dichiarazioni di affidabilità contenute nel contratto stipulato con il servizio di hosting. La visualizzazione del messaggio “Impossibile trovare la pagina” da parte dei clienti che desiderano accedere al tuo sito non suscita infatti una buona impressione. Se invece si è interessati solo alla creazione di una rete interna riservata all’azienda, detta anche “intranet”, si può ospitarla su un PC aziendale. Windows Small Business Server 2003 include Windows SharePoint Services ed è concepito per agevolare il funzionamento di una rete intranet sulla rete aziendale.

5. Realizzare e collaudare il sito Web.
Mentre si sviluppa il sito, si deve chiedere sempre il parere degli altri. Infine, prima di pubblicare il sito su Internet, si verifica accuratamente le prestazioni con diversi browser con diverse risoluzioni video o su una rete privata.

6. Pubblicare e gestire il sito Web.
Dopo aver verificato il funzionamento del sito, è possibile caricare i file sul server di hosting. Se vuoi che i clienti percepiscano la tua azienda come dinamica e di successo, si deve aggiornare il contenuto del sito regolarmente. Infatti, i siti Web che contengono riferimenti a eventi già verificatisi fanno pensare che l’azienda non sia più in attività. Inoltre bisogna indicizzare il sito sui principali motori di ricerca perchè appaia più in alto possibile ed inserire un contatore di visite per controllare quante sono e da quali paesi o città provengano.